Toggle Nav

Nous livrons dans toute l'Europe.

Caricamento...


Condizioni commerciali

Le presenti condizioni commerciali (nel prosieguo condizioni commerciali) sono redatte ai sensi del § 1751 della legge n. 89/2012 Racc., del Codice civile (nel prosieguo codice civile) per

Gestore:    Nico distribution s.r.o.
                          N.id.:096 27 014 C.F./P.IVA:CZ09627014
                          sede:Lannova 2061/8, Nové Město, 110 00 Praga 1 (CZ)
                          Reg. n. C 339223 presso il tribunale comunale di Praga

Contatti:

 E-mail: [email protected]
 Telefono:+420 725 150 195
 Sito web: www.snuskingdom.com


 (nel prosieguo venditore)

 

  1. Le presenti condizioni commerciali regolano i diritti e doveri reciproci del venditore e della persona fisica che stipula un contratto di compravendita al di fuori della propria attività imprenditoriale, nelle vesti di consumatore, oppure nell’ambito della propria attività imprenditoriale (nel prosieguo acquirente) attraverso l’interfaccia web pubblicata sul sito internet snuskingdom.com(nel prosieguo e-shop).
  1. Le condizioni commerciali come qui definite costituiscono parte integrante del contratto di compravendita.Eventuali disposizioni differenti riportate nel contratto di compravendita avranno la precedenza rispetto alle disposizioni delle presenti condizioni commerciali.
  2. Le presenti condizioni commerciali e il contratto di compravendita sono stipulati in lingua italiana.

II.

Informazioni sulla merce e sui prezzi

  1. Le informazioni sulla merce (compreso l’elenco dei prezzi dei singoli articoli e le rispettive proprietà principali) sono riportate accanto alla relativa voce nel catalogo dell’e-shop.I prezzi degli articoli sono comprensivi di imposta sul valore aggiunto, di tutte le commissioni applicabili e anche delle spese per l’eventuale restituzione della merce (qualora la merce – per sua natura – non possa essere restituita a mezzo posta normale).I prezzi degli articoli restano validi per tutto il tempo in cui essi sono visualizzati nelle pagine dell’e-shop.La suddetta disposizione non esclude eventuali differenti accordi contemplati nel contratto di compravendita e comportanti condizioni individuali.
  2. Tutte le presentazioni della merce incluse nelle pagine dell’e-shop hanno mero carattere informativo. Il venditore non è obbligato a stipulare contratti commerciali riguardo alla detta merce.
  3. Nelle pagine dell’e-shop sono pubblicate informazioni sui costi inerenti all’imballaggio e alla fornitura della merce.Le informazioni sui costi inerenti all’imballaggio e alla fornitura della merce (come riportate nelle pagine dell’e-shop) hanno validità unicamente nell’ambito della consegna della merce all’interno della EU.

III.

Ordinazioni e stipula del contratto di compravendita

  1. I costi che vengono a sorgere per l’acquirente nell’ambito dell’impiego dei mezzi di comunicazione a distanza, in relazione alla stipula del contratto di compravendita (costi del collegamento ad internet, costi delle telefonate), saranno a carico esclusivo dell’acquirente.I detti costi non si differenziano dalla tariffa basilare.
  2. L’acquirente effettuerà l’ordine della merce nelle modalità seguenti:
  • attraverso il proprio account cliente, a patto che abbia provveduto ad eseguire previa registrazione nell’e-shop,
  • compilando il modulo ordini, senza registrazione.
  1. Nella fase di preparazione dell’ordine l’acquirente sceglie la merce, il numero di pezzi, la modalità di pagamento e la modalità di consegna.
  2. Prima di inviare l’ordine, l’acquirente ha la possibilità di verificare e modificare i dati da lui inseriti nell’ordine.L’acquirente invia l’ordine al venditore facendo clic sul tasto Ordinare.I dati riportati nell’ordine sono considerati dal venditore come dati esatti.Condizione di validità dell’ordine è la compilazione di tutti i dati obbligatori nel modulo di ordinazione, con la conferma da parte dell’acquirente della presa visione delle presenti condizioni commerciali.
  3. Immediatamente dopo la ricezione dell’ordine, il venditore invierà all’acquirente una conferma della ricezione dell’ordine all’indirizzo e-mail che l’acquirente ha previamente riportato in fase di invio dell’ordine.Detta conferma avviene in modalità automatica e non è da considerarsi come avvenuta stipula del contratto.In allegato all’e-mail di conferma si riportano le condizioni commerciali aggiornate del venditore.Il contratto di compravendita è stipulato solo dopo l’accettazione dell’ordine da parte del venditore.La conferma dell’accettazione dell’ordine viene inviata all’indirizzo e-mail dell’acquirente./ Immediatamente dopo l’accettazione dell’ordine, il venditore invierà all’acquirente una conferma dell’accettazione dell’ordine all’indirizzo e-mail che l’acquirente ha previamente riportato in fase di invio dell’ordine.Detta conferma è da considerarsi come avvenuta stipula del contratto.In allegato all’e-mail di conferma si riportano le condizioni commerciali aggiornate del venditore.Il contratto di compravendita è stipulato in virtù della conferma dell’ordine da parte del venditore all’indirizzo e-mail dell’acquirente.
  4. Tutti gli ordini accettati dal venditore sono vincolanti.L’acquirente ha diritto ad annullare un ordine fino a quando non gli viene notificata la conferma di accettazione dell’ordine da parte del venditore.L’acquirente può annullare un ordine telefonicamente o a mezzo posta elettronica (al numero di telefono o all’indirizzo e-mail del venditore, come riportato nelle presenti condizioni commerciali).
  5. In caso di evidenti errori tecnici da parte del venditore nella specifica del prezzo della merce nell’e-shop oppure nel corso del processo di ordinazione, il venditore non sarà obbligato a fornire la merce all’acquirente al prezzo palesemente erroneo come sopra menzionato (neppure nel caso in cui all’acquirente sia già stata notificata la conferma automatica della ricezione dell’ordine in base alle presenti condizioni commerciali).Il venditore informerà il prima possibile l’acquirente circa l’errore e provvederà ad inviare l’offerta rettificata all’indirizzo e-mail dell’acquirente.L’ordine rettificato è da considerarsi come nuova bozza di contratto di compravendita. In tal caso, il contratto di compravendita viene stipulato in virtù della conferma dell’accettazione da parte dell’acquirente da inviarsi all’indirizzo e-mail del venditore.
  6. La merce proposta nell’e-shop è destinata solo a persone di età superiore a 18 anni.Il visitatore dà conferma della propria maggior età al momento stesso del suo ingresso nell’e-shop.

 

IV.

Account cliente

  1. Sulla base della registrazione dell’acquirente (effettuata nell’e-shop), l’acquirente stesso può accedere al proprio account cliente.Sul proprio account cliente l’acquirente può effettuare le ordinazioni di merce.L’acquirente può ordinare la merce anche senza registrazione.
  2. All’atto della registrazione all’account cliente e all’atto dell’ordinazione della merce, l’acquirente è tenuto a riportare tutti i dati in maniera corretta e veritiera.I dati riportati nell’account cliente dovranno essere obbligatoriamente modificati dall’acquirente in caso di qualsivoglia cambiamento futuro.I dati riportati dall’acquirente nell’account cliente e in fase di ordinazione della merce sono considerati dal venditore come “dati esatti”.
  3. L’accesso all’account cliente è protetto da nome utente e password.L’acquirente è tenuto a rispettare la segretezza delle informazioni necessarie per l’accesso al proprio account cliente.Il venditore non è responsabile di eventuali abusi dell’account cliente da parte di terzi.
  4. L’acquirente non è autorizzato a consentire l’utilizzo dell’account cliente a terzi.
  5. Il venditore ha diritto ad annullare l’account cliente, specie nel caso in cui l’acquirente non usi più il proprio account oppure nel caso in cui l’acquirente infranga i propri obblighi derivanti dal contratto di compravendita o dalle presenti condizioni commerciali.
  6. L’acquirente prende atto del fatto che l’account potrebbe non essere disponibili ininterrottamente. È infatti possibile che il servizio sia temporaneamente sospeso per via di manutenzione necessaria di hardware e software del venditore o anche manutenzione necessaria di hardware e software di accessori correlati di proprietà di terzi.

V.

Condizioni di pagamento e fornitura della merce

  1. Il prezzo della merce e gli eventuali costi inerenti alla fornitura della merce in base al contratto di compravendita possono essere pagati dall’acquirente nella maniera seguente:
  • Pagamento con carta online tramite portale di pagamento Global Payment
  1. Insieme al prezzo d’acquisto l’acquirente è tenuto a pagare al venditore i costi inerenti all’imballaggio e alla fornitura della merce secondo l’importo concordato nel contratto.Salvo diversi espressi accordi, per prezzo d’acquisto si intendono anche i costi inerenti alla fornitura della merce.
  1. In caso di pagamento cashless il prezzo d’acquisto è da pagare immediatamente.
  2. In caso di pagamento cashless l’obbligo dell’acquirente di pagare il prezzo d’acquisto viene adempiuto nel momento stesso dell’accredito dell’importo sul conto bancario del venditore.
  3. Il venditore non richiede all’acquirente alcun pagamento anticipato o simili caparre.Il pagamento del prezzo d’acquisto prima dell’invio della merce non è da intendersi come anticipo.
  • La merce viene consegnata all’acquirente presso l’indirizzo definito dall’acquirente stesso nell’ordine, a mezzo servizio corriere UPS
  1. La modalità di fornitura viene concordata in fase di ordinazione della merce.
  2. I costi di fornitura della merce (in base alla modalità di invio e ritiro della merce) sono riportati nell’ordine dell’acquirente e nella conferma dell’ordine da parte del venditore.Se la modalità di trasporto viene contrattualmente concordata sulla scorta di un requisito particolare da parte dell’acquirente, l’acquirente stesso si farà carico di eventuali rischi ed eventuali costi aggiuntivi inerenti alla data modalità di trasporto.
  3. Se in base al contratto di compravendita il venditore è tenuto a fornire la merce presso un luogo appositamente definito dall’acquirente, l’acquirente stesso sarà obbligato a ritirare la merce all’atto della consegna.Se per motivi causati dall’acquirente si rende necessario recapitare la merce una seconda volta oppure in modalità diversa rispetto a quanto riportato nell’ordine, l’acquirente stesso sarà obbligato a farsi carico dei costi inerenti alla ripetuta consegna o alla diversa modalità di consegna.
  4. All’atto del ritiro della merce dalle mani del trasportatore l’acquirente è tenuto a controllare che la confezione sia intatta. In caso di qualsivoglia difetto, l’acquirente dovrà prontamente informare il venditore.In caso di rilevamento di danni alla confezione (che testimoniano di un avvenuto intervento non autorizzato sul collo di spedizione), l’acquirente può rifiutarsi di ritirare il pacco dalle mani del trasportatore.
  5. Il venditore emette all’acquirente un documento fiscale – fattura.Il documento fiscale è inviato all’indirizzo e-mail dell’acquirente.Il documento fiscale è allegato alla merce da consegnare (in formato elettronico).
  6. L’acquirente acquisisce il diritto di proprietà sulla merce nel momento del pagamento dell’intero prezzo d’acquisto, compresi i costi di fornitura, come minimo però all’atto del ritiro della merce.La responsabilità per eventuali guasti accidentali, danni o perdita della merce sarà trasferita all’acquirente nel momento stesso del ritiro della merce oppure nel momento stesso in cui l’acquirente avrebbe dovuto ritirare la merce ma non lo fa, contravvenendo al contratto.

VI.

Recesso dal contratto

  1. L’acquirente che stipula un contratto di compravendita al di fuori della sua attività imprenditoriale (come consumatore) ha diritto a recedere dal contratto di compravendita.
  2. La scadenza per il recesso dal contratto è di 14 giorni:
  • dalla data del ritiro della merce,
  • dalla data del ritiro dell’ultima fornitura di merce, qualora oggetto del contratto sia la fornitura di diverse tipologie di merce alla volta oppure la fornitura di alcune parti alla volta
  • dalla data del ritiro della prima fornitura di merce, qualora oggetto del contratto sia una fornitura ripetuta e regolare di merce.
  1. L’acquirente non ha diritto a recedere dal contratto di compravendita:
  • in caso di fornitura di servizi, qualora siano state rispettate le dovute condizioni con tanto di previo consenso dell’acquirente prima della scadenza dei termini per il recesso e qualora il venditore abbia provveduto a fornire previa comunicazione all’acquirente che egli non ha diritto a recedere dal contratto nel caso specifico,
  • in caso di fornitura di merce o servizi il cui prezzo dipende da oscillazioni del mercato finanziario, indipendentemente dalla volontà del venditore (ammesso che dette oscillazioni possano verificarsi nel corso del periodo utile per recedere dal contratto),
  • in caso di fornitura di merce che è stata previamente adattata secondo requisiti specifici dell’acquirente oppure personalizzata per l’acquirente,
  • in caso di fornitura di merce soggetta a rapido deperimento o di merce che – dopo la fornitura – viene irreversibilmente mischiata con altra merce,
  • in caso di fornitura di merce in imballo chiuso che però l’acquirente scarta dall’imballo senza che essa possa essere reinserita all’interno per motivi igienici,
  • in caso di fornitura di contenuti digitali, se non forniti su carrier fisico e qualora siano state rispettate le dovute condizioni con tanto di previo consenso dell’acquirente prima della scadenza dei termini per il recesso e qualora il venditore abbia provveduto a fornire previa comunicazione all’acquirente che egli non ha diritto a recedere dal contratto nel caso specifico,
  • negli altri casi riportati al § 1837 del Codice civile.
  1. Nell’ambito del rispetto della scadenza per il recesso dal contratto, l’acquirente è tenuto ad inviare l’eventuale dichiarazione di recesso dal contratto entro e non oltre il termine della scadenza per il recesso dal contratto.
  2. Ai fini del recesso dal contratto l’acquirente può servirsi del modulo standard di recesso messo a disposizione dal venditore.La comunicazione di recesso viene inviata dall’acquirente all’indirizzo e-mail oppure all’indirizzo fisico di corrispondenza come riportato nelle presenti condizioni commerciali.Il venditore provvederà prontamente a dare conferma della ricezione del modulo all’acquirente.
  3. L’acquirente che recede dal contratto è tenuto a restituire al venditore la merce entro 14 giorni dal recesso dal contratto.L’acquirente si farà carico dei costi inerenti alla restituzione della merce al venditore (anche nel caso in cui – per via della sua natura – la merce non possa essere restituita a mezzo servizio postale normale).
  4. Se l’acquirente recede dal contratto, il venditore sarà tenuto a restituirgli immediatamente (o comunque entro 14 giorni dal recesso) tutte le liquidità incassate dall’acquirente (compresi i costi inerenti alla fornitura). Detta restituzione di denaro dovrà avvenire secondo la medesima modalità dell’invio originario del denaro.Il venditore restituirà all’acquirente le liquidità secondo differente modalità solo nel caso in cui l’acquirente sia d’accordo con il cambio di modalità e non si vengano ad originare costi aggiuntivi per l’acquirente.
  5. Se l’acquirente aveva scelto una modalità di consegna della merce che non era quella più economica proposta dal venditore, il venditore stesso restituirà all’acquirente i costi tecnici di fornitura secondo l’importo corrispondente alla modalità di consegna più economica tra quelle proposte dal venditore.
  6. Se l’acquirente recede dal contratto di compravendita, il venditore non sarà tenuto a restituire le liquidità all’acquirente prima che quest’ultimo non provveda a riconsegnare la merce al venditore oppure a dimostrare l’avvenuta spedizione della merce al venditore.
  7. La merce dovrà essere restituita dall’acquirente al venditore in condizioni intatte, non usurate e non contaminate e – se possibile – nella confezione originaria.L’eventuale applicazione del diritto al risarcimento danni da parte del venditore potrà essere unilateralmente compensata contro il diritto dell’acquirente alla restituzione del corrispettivo d’acquisto.
  8. Il venditore è autorizzato a recedere dal contratto in caso di esaurimento delle scorte, inaccessibilità della merce oppure nei casi in cui il produttore/importatore/fornitore della merce interrompe la produzione/importazione della stessa.Il venditore provvederà ad informare prontamente l’acquirente (all’indirizzo e-mail riportato nell’ordine). Quindi, entro 14 giorni dalla data di comunicazione del recesso, provvederà a restituire tutte le liquidità (comprese spese tecniche di fornitura) che erano state versate dall’acquirente come da contratto. La modalità di restituzione di dette liquidità sarà la medesima in cui esse erano state inviate dall’acquirente, oppure altra modalità definita dall’acquirente.

VII.

Diritti derivanti da eventuali difetti della merce fornita

  1. Il venditore è responsabile nei confronti dell’acquirente per il fatto che la merce dovrà essere priva di difetti all’atto della consegna.In modo particolare, il venditore è responsabile e garantisce all’acquirente che – all’epoca del ritiro della merce:
  • la merce stessa rispetta le proprietà e le caratteristiche che le parti contraenti hanno concordato, o comunque – nel caso in cui esse non abbiano concordato nulla in tal senso – la merce dovrà avere le caratteristiche che il venditore o il produttore hanno descritto oppure quelle che l’acquirente si attende alla luce della natura della merce in questione e alla luce della pubblicità effettuata,
  • la merce è idonea all’uso che il venditore ha stabilito come “uso previsto” oppure all’uso comune e consueto del dato tipo di merce,
  • la merce è conforme alla qualità o alla versione del campione contrattuale o al modello originario (a patto che la qualità o la versione siano state previamente definite secondo il campione contrattuale o modello originario),
  • la merce è consegnata secondo la quantità, misura o peso previsti e
  • la merce è conforme ai requisiti di cui nelle prescrizioni legali.
  1. Se si viene a manifestare un difetto nel corso dei sei mesi successivi al ritiro della merce da parte dell’acquirente, si considererà che la merce era difettosa già al momento del ritiro.L’acquirente è autorizzato ad esercitare i propri diritti in merito ad eventuali danni di merce destinata al consumo nell’arco di ventiquattro mesi dal ritiro.La presente disposizione non viene applicata per la merce venduta a prezzo inferiore in relazione al difetto che ha causato la diminuzione di prezzo o in caso di usura della merce dovuta a normale utilizzo. Sempre per quanto concerne la merce usata, la presente disposizione non si applica in relazione a difetti corrispondenti al grado di utilizzo o usura che la merce aveva al momento del ritiro da parte dell’acquirente o che deriva dalla natura stessa della merce.
  2. In caso di difetti l’acquirente potrà sporgere reclamo al venditore e richiedere quanto segue:
  • sostituzione con nuova merce,
  • riparazione della merce,
  • sconto adeguato sul prezzo d’acquisto,
  • recesso dal contratto.
  1. L’acquirente ha diritto a recedere dal contratto,
  • se la merce ha difetti di portata rilevante,
  • se non è in grado di utilizzare correttamente la merce per via di ripetuta insorgenza di difetti o per via di reiterazione dei difetti dopo la riparazione,
  • in caso di numero piuttosto alto di difetti della merce.
  1. Il venditore riceverà il reclamo presso la propria sede legale o sede operativa.Il venditore è obbligato a rilasciare all’acquirente una conferma scritta contenente i seguenti dati: data della presentazione del reclamo; contenuto del reclamo; modalità di evasione del reclamo richiesta dall’acquirente; conferma della data e modalità di evasione del reclamo; conferma della realizzazione della riparazione e durata dell’intervento; o eventualmente motivazione descritta della reiezione del reclamo.
  2. Il venditore (o dipendente da egli incaricato) prenderà immediatamente una decisione in merito al reclamo. Nei casi più complessi si riserva però tre giorni lavorativi.Il detto intervallo di tempo non comprende i tempi tecnici adeguatamente necessari per la valutazione specifica del difetto in base al tipo di prodotto o servizio.Il reclamo (compresa eliminazione del difetto) dovrà essere evaso il prima possibile, e comunque entro e non oltre 30 giorni dalla data della sua presentazione, salvo diverse scadenze concordate tra venditore ed acquirente.Se il suddetto intervallo di tempo scade senza che sia stato posto rimedio al problema, questa circostanza sarà considerata come grave infrazione del contratto e l’acquirente avrà diritto a recedere.Per momento della presentazione del reclamo si intende il momento esatto in cui l’acquirente manifesta la propria volontà in tal senso al venditore (applicazione del diritto derivante da eventuali difetti della merce fornita).
  3. Il venditore informerà per iscritto l’acquirente circa il risultato del reclamo.
  4. L’acquirente non potrà esercitare il diritto derivante da eventuali difetti della merce fornita qualora – all’atto del ritiro della merce – egli era a conoscenza di difetti della merce oppure qualora sia stato egli stesso a provocare il difetto.
  5. In caso di reclamo giustificato, l’acquirente ha diritto al risarcimento dei costi specificamente sostenuti ed originatisi in relazione alla presentazione del reclamo.Detto diritto può essere esercitato dall’acquirente nei confronti del venditore entro e non oltre un mese dopo lo scadere del periodo di garanzia.
  6. La scelta della modalità di reclamo spetta all’acquirente.
  7. I diritti e doveri delle parti contraenti in materia di rivendicazioni derivanti da eventuali difetti della merce fornita saranno regolati dalle disposizioni del § da 1914 a 1925, § da 2099 a 2117 e § da 2161 a 2174 del Codice civile e dalla legge n. 634/1992 Racc. sulla tutela del consumatore.

VIII.

Notifiche

  1. Le parti contraenti potranno vicendevolmente notificarsi qualsivoglia comunicazione a mezzo posta elettronica.
  2. L’acquirente notifica al venditore la corrispondenza all’indirizzo e-mail riportato nelle presenti condizioni commerciali.Il venditore notifica all’acquirente la corrispondenza all’indirizzo e-mail riportato sull’account cliente dell’acquirente oppure sull’ordine.

IX.

Risoluzione stragiudiziale delle controversie

  1. La competenza per la risoluzione stragiudiziale delle controversie derivanti dal contratto di compravendita spetta al rispettivo ufficio dell’Ispettorato del commercio della Repubblica Ceca, con sede in Štěpánská 567/15, 120 00 Praga 2, n.id.: 000 20 869, sito internet: https://adr.coi.cz/cs.Ai fini della risoluzione delle controversie tra venditore e acquirente in relazione al contratto di compravendita sarà possibile utilizzare la piattaforma per la risoluzione delle liti online sul sito http://ec.europa.eu/consumers/odr.
  2. Il Centro europeo dei consumatori – Repubblica Ceca, con sede in Štěpánská 567/15, 120 00 Praga 2, sito web: http://www.evropskyspotrebitel.cz rappresenta il punto di contatto ai sensi del Regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/CE (regolamento sull’ODR per i consumatori).
  3. Il venditore è autorizzato a vendere la merce sulla scorta della propria licenza per lo svolgimento di attività imprenditoriale.Nei limiti di quanto previsto, oltre alle altre mansioni, l’Ispettorato del commercio della Repubblica Ceca esegue anche attività di monitoraggio in relazione all’osservanza della legge n. 634/1992 Racc. sulla tutela del consumatore.

X.

Disposizioni conclusive

  1. Tutti gli accordi tra venditore e acquirente sono disciplinati dall’ordinamento giuridico della Repubblica Ceca.Anche se il rapporto basato sul contratto di compravendita dovesse contenere un elemento internazionale, le parti concordano che la loro reciproca relazione sarà disciplinata dal diritto della Repubblica Ceca.Quanto suddetto non va ad influire sui diritti del consumatore derivanti dalle prescrizioni giuridiche generalmente applicabili.
  2. Nella sua relazione con l’acquirente, il venditore non è vincolato da codici di comportamento ai sensi del § 1826 comma 1, lettera e) del Codice civile.
  3. Tutti i diritti applicabili al sito web del venditore, specie i diritti d’autore inerenti ai contenuti (compreso design delle pagine, foto, film, grafica, marchi registrati, loghi ed altri contenuti ed elementi) appartengono al venditore.Si fa divieto di copiare, adattare o utilizzare in altra maniera le pagine web o parti di esse senza il consenso del venditore.
  4. Il venditore non risponde di eventuali errori o difetti sorti in conseguenza di interventi di terzi nell’e-shop o in conseguenza di suo impiego in contrasto con il suo uso previsto.Nell’ambito dell’utilizzo dell’e-shop, l’acquirente non è autorizzato a ricorrere a procedure che potrebbero avere impatto negativo sull’operatività dell’e-shop. L’acquirente non può quindi eseguire alcuna attività che potrebbe consentire a se stesso o a terzi di intervenire illegalmente o di utilizzare illegalmente i programmi software o altri componenti costituenti l’e-shop. Inoltre, l’acquirente non è autorizzato a servirsi dell’e-shop o parte di esso o suoi programmi in qualsiasi altra maniera che sia in contrasto con la sua finalità d’impiego o uso previsto.
  5. Con il presente atto, l’acquirente si assume la responsabilità per i rischi di mutazione delle circostanze come descritto al § 1765 comma 2 del Codice civile.
  6. Il contratto di compravendita (comprese le condizioni commerciali) è archiviato dal venditore in formato elettronico e non è accessibile.
  7. Il testo delle condizioni commerciali può essere modificato o integrato dal venditore.In virtù della presente disposizione non si vanno a influenzare in alcun modo i diritti e i doveri che sorgono nel corso del periodo di validità ed efficacia della precedente versione delle condizioni commerciali.
  8. In allegato alle condizioni commerciali si riporta il modulo per il recesso dal contratto.

Le presenti condizioni commerciali entrano in vigore in data 06/08/2021.